Regime fiscale agevolato: Minimi

Dal 1° gennaio 2012, ai sensi dell’articolo 27 del Decreto Legge n. 98/2001, i giovani imprenditori, i disoccupati e i lavoratori in mobilità che iniziano una nuova attività possono adottare un regime fiscale di vantaggio che prevede un’imposta sostitutiva dell’Irpef e delle relative addizionali pari al  5%. Possono accedere al nuovo regime anche coloro che hanno intrapreso un’attività dopo il 31 dicembre 2007.

Possono accedere al nuovo regime fiscale agevolato i contribuenti che rispettano tutte le seguenti condizioni:

  1. Persone fisiche imprese o professionisti
  2. Ricavi ragguagliati ad anno non superiori a 30.000 euro
  3. Nell’anno solare precedente non sono state effettuate esportazioni
  4. Nell’anno solare precedente il contribuente non ha avuto dipendenti, collaboratori o associati in partecipazione
  5. Nel triennio solare precedente sono stati acquistati beni ammortizzabili di valore non superiore a 15.000 euro
  6. Non essere soggetto a nessun regime speciale Iva
  7. Essere fiscalmente residente in Italia
  8. Non occuparsi del commercio di fabbricati o di mezzi di trasporto nuovi
  9. Non partecipare a società di persone, associazioni professionali, srl che hanno aderito alla trasparenza fiscale
  10. L’attività da svolgere è nuova (eccetto il praticantato); se l’attività è il proseguimento di quella già svolta da un terzo, i ricavi realizzati dal terzo nell’anno solare precedente non devono essere superiori a 30.000 euro
  11. Il contribuente non deve aver svolto attività d’impresa nei tre anni precedenti

Il contribuente potrà godere del regime fiscale agevolato dei minimi per cinque anni, salvo che abbia un’età inferiore a 35 anni, caso in cui la durata dell’agevolazione si proroga fino al compimento del 35° anno d’età.

Ulteriori caratteristiche del regime:

  • Esenzione dal pagamento dell’Irap
  • Inapplicabilità dell’Iva
  • Reddito tassato per “cassa”
  • Costo d’acquisto dei beni ammortizzabili interamente deducibile nell’anno d’acquisto
  • Mancato obbligo di calcolo delle rimanenze finali di magazzino
  • Contributi previdenziali deducibili per cassa dal reddito imponibile
  • Esonero dalla compilazione degli studi di settore