Regime fiscale agevolato: Ex Minimi

Dal 2012 i contribuenti che non hanno i requisiti necessari per accedere al nuovo regime fiscale dei “minimi”, possono accedere al regime agevolato degli “ex minimi” se in possesso dei vecchi requisiti per essere considerati minimi, ai sensi dell’articolo 1, commi da 96 a 117 della legge 244/2007.

I requisiti che devono essere tutti contemporaneamente rispettati sono:

  1. Persone fisiche imprese o professionisti
  2. Ricavi ragguagliati ad anno non superiori a 30.000 euro
  3. Nell’anno solare precedente non sono state effettuate esportazioni
  4. Nell’anno solare precedente il contribuente non ha avuto dipendenti, collaboratori o associati in partecipazione
  5. Nel triennio solare precedente sono stati acquistati beni ammortizzabili di valore non superiore a 15.000 euro
  6. Non essere soggetto a nessun regime speciale Iva
  7. Essere fiscalmente residente in Italia
  8. Non occuparsi del commercio di fabbricati o di mezzi di trasporto nuovi
  9. Non partecipare a società di persone, associazioni professionali, srl che hanno aderito alla trasparenza fiscale

Possono accedere al regime contabile agevolato anche i contribuenti:

  • Che, pur avendo i requisiti per essere “minimi”, hanno optato  per il regime ordinario o per il regime agevolato per le nuove iniziative imprenditoriali e di lavoro autonomo (articolo 13 della legge 388/2000)
  • Che fuoriescono per decorrenza dei termini dal regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità
  • Che, pur avendo i requisiti per accedere al nuovo regime fiscale di vantaggio per l’imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità hanno optato  per il regime ordinario o per il regime agevolato per le nuove iniziative imprenditoriali e di lavoro autonomo.
  • Il regime cessa di avere efficacia:
  • Dall’anno successivo a quello in cui viene meno anche uno solo dei requisiti previsti oppure si verifica una delle condizioni di esclusione
  • A seguito di opzione per il regime contabile ordinario.